Category: Blogging

Ecco gli articoli che mi hanno dedicato, gli articoli che ho scritto ed i blog amici che mi hanno citata/ospitata.

Stampa, radio, tv e internet:

I miei articoli per Tuttofood, Milano World Food Exhibition: 1–2
Newsly.it: intervista ad Angelina in cucina“, food blogger autrice di “Io non sono a “dieta
Blogger mese di maggio 2017 per la rivista “Fiorfiore Coop”
Ho vinto come miglior blog nella categoria Design ai Malvarosa 2016
La mia intervista per Sapori: “Intervista ad Angelina cucina”
Angelina a Radio Deejay, ospite di Mauro e Andrea a “Deenotte Fonda”
Finedininglovers.it: festa della rete 2014
Video premiazione “Macchianera Italian Awards 2014”: sono arrivata quarta!!!!! (mi trovate dal minuto 1.34.40)
Il tanto sospirato incontro con Chef Rubio! <3
Franca Rizzi, insieme al mitico Daniele Persegani, mi cita nella trasmissione “Casa Alice”
Articolo su TGcom: Angelina dal call center ai fornelli. La sua ricetta? “Crederci sempre“ (18 giugno 2014)
Voglio vivere così: Italiani che vivono e lavorano a Londra nella gastronomia: Angelina (23 giugno 2014)
Nigella Lawson ha ricevuto il mio libro e mi dedica un tweet meraviglioso
Intervista radio Kiss Kiss nel programma di Danny Servillo “Check-in” (22 giugno 2014)
Intervista per “Il Fatto Quotidiano” (30 giugno 2014)
Comparsa nel cortometraggio “Antipodes”, del mio amico Flavio Filho
Ospite della puntata di Casa Alice del 7 novembre 2014
Liberoquotidiano.it: E’ Londra la meta preferita degli italiani
“La Cucina Italiana“.it: nominata tra i migliori foodblog d’Italia
“IlCucchiaio d’Argento“: tra i 10 migliori dolci suggeriti
Ilgiornaledigitale.it: Angelina in cucina si confessa
La mia intervista per Italian Kingdom Radio
Scelta da OVS come TOP 10 foodblog da seguire
Stefaniamartone.com: L’ironia, l’arma vincente di Angelina in cucina
Socialup.it: Angelina in cucina: la blogger alla conquista di Londra
Gushmag.it: Scovata la vera Bridget Jones, è in cucina!

I miei articoli in italiano:

ultimenotizieflash.com del 2 giugno 2012: Mini cupcakes panna e cioccolato 
ultimenotizieflash.com del 10 giugno 2012: Consigli per la casa
ultimenotizieflash.com del 10 giugno 2012: Consigli per la casa, parte 2
ultimenotizieflash.com del 16 giugno 2012: Ricetta per un aperitivo sfizioso
ultimenotizieflash.com del 23 giugno 2012: Consigli divertenti per la vostra casa
ultimenotizieflash.com del 1 luglio 2012: Ricette facili e veloci per l’estate
ultimenotizieflash.com del 6 luglio 2012: Ricette originali e sfiziose per tutti i gusti
ultimenotizieflash.com del 14 luglio 2012: Ricetta facile per un dolce fresco
ultimenotizieflash.com del 21 luglio 2012: Come fare un pinguino con un’anguria
ultimenotizieflash.com del 28 agosto 2012: Torta meringa e pistacchi
Silikomart Blog: Whoopies con mozzarella di bufala e pomodori
Silikomart Blog: Tortine Halloween terrible trio
Eastonline.eu: full-english-breakfast 
Eastonline.eu: Oxford, una città da gustare
Eastonline.eu: Un dolce viaggio intorno al mondo
Eastonline.eu: curiosità sul gelato un pò di storia i gusti più strani e i modi di realizzarlo
Eastonline.eu: I food festival più strani del mondo
Eastonline.eu: Ragù storia e ricette
Eastonline.eu: Chelsea market un posto da non perdere se visitate New York
Eastonline.eu:Cena da dracula, su un albero o sotto una cascata? Un giro nei ristoranti piu strani del mondo
Eastonline.eu: Assaggiatrice di fragole, un lavoro piuttosto originale
Eastonline.eu: Taste of London 2014
Eastonline.eu: Hyper Japan London 2014
Eastonline.eu: Cibo e cartoni animati un connubio perfetto
Eastonline.eu: Cibo da mangiare ma non solo: usi alternativi di alcuni alimenti in cucina
Eastonline.eu: Formaggio che passione!
Eastonline.eu: Food art
Eastonline.eu: Dolci di halloween, la fantasia si scatena
Eastonline.eu: BBC Good Food Show 2014
Eastonline.eu: I cibi più pericolosi del mondo
Eastonline.eu: Salmone fonte di benessere e vitamine
Eastonline.eu: Colazioni intorno al mondo
Eastonline.eu: Il te, una bevanda antica come il mondo
Eastonline.eu: Vaniglia, una spezia dai mille usi
Eastonline.eu: Il cioccolato: un po’ di storia e curiosità
Eastonline.eu: Street food cibo buono e a portata di mano
Eastonline.eu: Le patate: mille usi ed un po’ di storia
Eastonline.eu: Fiori commestibili: quali mangiare e quali pericolosi per la salute
Eastonline.eu: Lieviti, cosa sono ed utilizzi in cucina
Eastonline.eu: Asparagi, buoni da mangiare e buoni per la salute
Eastonline.eu: Funghi buoni da morire
Eastonline.eu: Acqua importanza e curiosità

My articles in English:

madlyjuicy.com – Tips to organize your freezer
madlyjuicy.com – Healthy snacks for children
madlyjuicy.com – Quick recipes for a busy week
madlyjuicy.com – Make delicious ice cream at home in just 10 minutes!
madlyjuicy.com – Good tips to cook fish on BBQ
madlyjuicy.com – Homemade mayonnaise: the key for a successful BBQ
madlyjuicy.com – “Simple-but-delicious” recipes for a perfect pasta or rice salad for a BBQ or a picnic
madlyjuicy.com – Sweets: the perfect treat for any BBQ and picnic
Aftermarket.co.uk: Gastronomica is back, and it’s better than ever! (Pictures inside are my little savoury treats! 🙂 )
Eastonline.eu: full-english-breakfast 
Eastonline.eu: Oxford, a place to taste
Eastonline.eu: A sweet trip around the world
Eastonline.eu: Icecream: history, extreme flavours and strange ways of making
Eastonline.eu: The weirdest food festival around the world
Eastonline.eu: Ragù history and different ways to make it
Eastonline.eu:Chelsea market, a place not to be missed if you visit New York
Eastonline.eu: Dinner at Dracula’s house, in a tree house or under a waterfall? A tour of the strangest dining locations in the world
Eastonline.eu: Strawberry’s taster, a rather original job
Eastonline.eu: Taste of London 2014
Eastonline.eu: Hyper Japan London 2014
Eastonline.eu: Food and cartoons a perfect combination
Eastonline.eu: Alternative uses for foods
Eastonline.eu: Cheese, we love it!
Eastonline.eu: Food-art
Eastonline.eu: Halloween’s cakes, simple cookies and masters of carving
Eastonline.eu: BBC Good Food Show 2014
Eastonline.eu: Most dangerous food in the world
Eastonline.eu: Salmon: a great vitamin and well being source
Eastonline.eu: breakfast around the world
Eastonline.eu: A brief history about tea and some curiosity
Eastonline.eu: Vanilla, an all purpose spice
Eastonline.eu: Chocolate: history and curiosity
Eastonline.eu: Street food, a simple food at your fingertips
Eastonline.eu: Potato, a tuber as old as the world
Eastonline.eu: Edible flowers, good and bad ones

Siti amici che mi hanno citata:

Dcomedieta.com: Libri-di-cucina-da-regalare-o-regalarsi
Fratecipolla: Angelina in cucina benvenuta mille grazie
Oggi ricucino io: cheesecake al limone senza cottura
Oggi ricucino io: aperitivando
La cucina di GG: marmellata di corbezzoli
Contest CHS ONLINE: Ho vinto!
Aftermarket.co.uk: Piatti che ho preparato per un aperitivo 
Bigodino.it: ricette per una cena piena di cuoricini dal web
Chechef.it: patatine chips croccantissime
Paperblog.com: zuccherini, anche il tuo dentista se ne accorgerà
Dolcidichiara.it: patatine al microonde
Ricette-bimby.com: torta-fiesta
Ricettario-bimby.it: lenticchiotto allo speck e carciofi
Sebastian pub: Pane alle olive e rosmarino
Cuochine.it: pizza veloce, anzi…velocissima!
Stregavera: tortina di verdura patchwork
Destreggiandomi in cucina: Natale 2013, ecco dov’ero finita
Arabafeliceincucina: surprise!
Mamminacook.blogspot.co.uk: roselline ai wustel e salatini
Humans of the web: “Quella volta che mi hanno detto “anticristo” per un biscotto a forma di bambolina voodoo”
Due italiani a Dublino: anche questa è Irlanda
Intervista con gli amici di Verdemelabio
Scordellina.it: Se Facebook fosse cupido?
Lamialondra.over-blog.com: la mia Londra di Angelina 
Cookielove: Torta in tazza di Angelina
Mycakeisluka.com: la rivolta della bakewell tart all’arancia
Ilmondodiluvi: roses potato cupcake
Mentaerosmarino.ifood.it: Ragù di croste di parmigiano
Chiarapassion.com: Pavlova al microonde in soli 3 minuti
Chiarapassion.com: Rose di patate
Pappa & ciccia food adventures: “Il diario di Angelina”
Tavolartegusto: crostata-di-tagliolini
Read Full Article

Se avete un po’ di pasta che vi avanza da una precedente preparazione oppure se volete preparare un piatto facile e veloce da portare magari ad un picnic con amici, allora questa crostata di tagliolini sarà quello che fa per voi.

La preparazione è davvero semplice e vi basteranno meno di 45 minuti per realizzare questa torta salata e cuocerla.
Ingredienti per la crostata di tagliolini

40 g di parmigiano grattugiato;
150 g di tagliolini all’uovo;
due uova intere;
50 g di gorgonzola piccante;
70 g di chorizo tagliato a pezzetti (o salame piccante a cubetti);
sale e pepe quanto basta;
un rotolo di pasta sfoglia;
un uovo intero per spennellare.

crostata salata 1
Preparazione

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Srotolate la pasta sfoglia e foderate uno stampo da 20 cm.

Tagliate gli accessi di pasta e conservateli per la decorazione.

Prendete una ciotola e versate all’interno le due uova, il parmigiano, il sale, il pepe a piacere e mescolate bene il tutto.

Cuocete i tagliolini in abbondante acqua salata e scolateli molto al dente.

Mettete i tagliolini dentro la ciotola con il composto di uova e mescolate bene.

Versate il composto nella teglia e fate in modo che tutti gli spazi siano riempiti.

Ora prendete l’eccedenza di pasta sfoglia che avete conservato in precedenza e ricavatene delle strisce per poter decorare la vostra torta salata come fosse davvero una piccola crostata.

Procedete mettendo alcune strisce in verticale e in orizzontale.

Prendete l’uovo che vi avanza e sbattetelo. Con l’aiuto di un pennellino spennellate con l’uovo le striscioline di decorazione che così durante la cottura diventeranno belle dorate.

Infornate per circa mezz’ora.

Fate intiepidire la crostata prima di servirla ed accompagnatela con una fresca insalata come contorno.

Spero tanto che la ricetta vi sia piaciuta e che la proverete presto.

Un abbraccio a tutti.

Read Full Article

:D
Schermata 2014-03-05 a 21.34.13

Finalmenteeeeeeeeeeeeee!! Dopo mesi, mesi e mesi….ci siamo. E’ finalmente stato pubblicato il mio primo libro di ricette “Io NON sono a dieta”, ovviamente in stile “Angelina”, rigorosamente per persone NON a dieta, che amano regalarsi un bel piatto sostanzioso, anche solo una volta alla settimana, per ripagarsi delle fatiche lavorative (e non). E’ stato un duro lavoro, che ha richiesto davvero un sacco di tempo per essere completato e “rifinito”. Quindi devo ringraziare pubblicamente tutte le persone che hanno lavorato con me alla realizzazione di questa ” gratificante fatica”. Persone giovani, con tanti sogni nel cassetto e tanta voglia di fare. A voi tutti: GRAZIE!!! Sono solo pochi giorni che il libro è stato messo in vendita ma già le prime soddisfazioni, GRANDISSIME, iniziano ad arrivare! Molti di voi lo hanno già acquistato e ne ho fatta arrivare una copia anche alla mitica Nigella Lawson, (no, non l’ho incontrata di persona  purtroppo) che mi ha addirittura dedicato un tweet tutto per me, facendomi i complimenti per aver scelto un bel titolo. Neanche a dirvelo….stavo morendo quando ho letto il suo messaggio!    

Anche quelli di “Casa Alice” mi hanno resa davvero felice, perchè la simpaticissima Franca Rizzi insieme al mitico Daniele Persegani, hanno citato il mio libro durante una delle puntate della loro trasmissione! Cliccate sulla foto per vedere il video 

Read Full Article

Quando Kikkoman mi ha scelta per partecipare al loro bellissimo contest #kikkomania, ho fatto un balzo dalla sedia dalla felicità! La loro salsa di soia la uso da sempre, per qualsiasi piatto orientale…e non.

Questa volta ho voluto usare questa tipica salsa orientale per preparare qualcosa di un pochino particolare, un gelato fatto in casa che si prepara in 10 minuti (più il tempo di raffreddamento) al quale poi viene aggiunto questo topping al mou con l’aggiunta di un pizzico di salsa di soia che gli dona quel tocco di salato che ci sta davvero benissimo.

La ricetta completa la potete trovare su iFood cliccando QUI ed io invece con questo post partecipo al premio speciale food photography del contest kikkomania 🙂

Fatemi sapere se la proverete, io ho ne ho preparati 2 barattoli ed in un paio di giorni erano già finiti! 😀

Buona appetito a tutti.

Angelina

Gelato alla panna con topping mou alla salsa di soia 1
Gelato alla panna con topping mou alla salsa di soia 2
Read Full Article

Per il secondo anno di fila, gli amici di Granoro hanno voluto scegliermi come super testimone mangiona della loro pasta buonissima. Io alla pasta proprio non rinuncerei manco sotto tortura, quindi ho deciso di premiare la loro fiducia, preparando questo piatto di buonissime tagliatelle rustiche pasticciate, perfette per ogni occasione. Ho usato un ingrediente che io adoro, il gorgonzola, abbinato ad un ingrediente forse ormai non più così insolito per un primo piatto: la melagrana. La texture della pasta, così ruvida che sembra davvero fatta da voi in casa, abbraccia stupendamente la piccantezza del gorgonzola, reso più “fresco” dalla melagrana.

tagliatelle rustiche pasticciate

Cosa aspettate? Correte subito a leggere la ricetta che troverete cliccando QUI o su una delle golosissime fotografie….e buon appetito! 🙂

A presto!

Angelina

tagliatelle rustiche pasticciate

Read Full Article

Il risotto al vino rosso é forse il risotto che mi piace di più. È semplice da preparare e davvero ottimo, perfetto per ogni occasione, dato che si prepara in un tempo relativamente breve e, per prepararlo, servono pochissimi e semplici ingredienti.

Ovviamente, essendo il vino rosso l’ingrediente più importante, é importante che sia buono. Io ho usato una buonissima bottiglia di Barbera Carlo Ferro che mi hanno mandato gli amici di Divinum.wine.

Si tratta di un nuovissimo sito di vendita vini di ottima qualità, nato per tutti gli amanti del buon vino che amano assaporare la vita con lentezza e scoprire una parte d’Italia vera, genuina e lontana dalle masse.

Se volete provare qualcuno di questi vini meravigliosi, andate sul loro sito e, al momento del checkout, scrivete il codice sconto BLOGPASS che vi farà risparmiare le spese di spedizione! 🙂

Ecco di seguito a voi la ricetta di questo goloso risotto al vino rosso.

risotto al vino rosso
risotto al vino rosso
Ingredienti per 3 persone

2 pugni di riso arborio per persona;

1 litro di brodo vegetale;

mezza cipolla bianca tagliata a pezzetti piccoli;

300 ml di vino rosso, nel mio caso Barbera Carlo Rosso;

2 cucchiai di burro;

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Per mantecare

100 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi;
1 noce di burro.

Preparazione

Mettete sul fuoco il brodo vegetale e fatelo sobbollire dolcemente.

A parte, prendete una casseruola e fate scaldare il burro insieme all’olio extra vergine d’oliva e fate rosolare la cipolla fino a quando non sarà diventata trasparente.

Mettete il riso nella casseruola e tostatelo girandolo continuamente per circa 5 minuti, sempre a fuoco medio.

Sfumate il riso con il vino rosso e cuocete per altri 5 minuti, per eliminare la parte alcolica del vino.

Iniziate a bagnare il riso con il brodo vegetale fino a quando non sarà cotto. Ricordate che man mano che il riso arriverà a cottura, dovrete aggiungere sempre meno brodo. Il risotto sarà perfetto quando sarà “all’onda“, quindi non troppo brodoso e non troppo asciutto.

Per mantecare, spegnete il risotto e mescolatelo con la noce di burro ed il Parmigiano grattugiato.

Voilà! Ecco pronto un risottino al vino rosso semplicissimo ma pieno di gusto.

Fatemi sapere se lo proverete, vedrete che non rimarrete delusi.

Buon appetito a tutti!

Angelina

risotto al vino rosso

risotto al vino rosso

Read Full Article

Vi ho giá raccontato del mio breve ma intenso soggiorno a Napoli in un mio precedente post che potete leggere cliccando QUI, ma una delle tappe piú belle mi sono riservata di raccontarvela in un post a parte, questo, per descrivere le meraviglie che io ed la mia collega blogger Sonia Paladini abbiamo visto, visitando “La Guardiense”, una delle piú importanti cooperative agricole della Campania e del Mezzogiorno, fondata nel 1960 (l’anno di nascita della mia mamma!) per mano di 33 viticoltori della zona.

la Guardiense vini Sannio

Nella terra dei Sanniti, in una zona collinare dal microclima particolare, la cooperativa ad oggi conta piú di 1000 viticoltori che con grande amore e dedizione curano gli oltre 1500 ettari di vigne per produrre alcuni tra i piú buoni vini campani e d’italia, quattro linee di prodotto (Janare, Fremondo, Classica e Spumanti) ma principalmente Falanghina ed Aglianico. Proprio per valorizzare questi due vini, la cooperativa ha creato la linea “Janare” per rendere omaggio al territorio, nata da un progetto di salvaguardia di vitigni autoctoni, é il primo tentativo di “zonazione” nel Sannio beneventano che punta ad esaltare le caratteristiche qualitative delle produzioni vitivinicole legandole alle irrepetibili specificità dei siti di produzione. Il nome dei sette cru della linea deriva, infatti, da quello dei più vocati siti di produzione del territorio di riferimento: Lucchero (Aglianico), Cantari (Aglianico Riserva), Cantone (Piedirosso), Senete (Falanghina) Colle Di Tilio (Fiano), Pietralata (Greco), Laureto (passito di Falanghina).

la Guardiense vini Sannio

la Guardiense vini Sannio

Ad accoglierci a serata inoltrata, la gentilissima Concetta Pigna, vice presidente della Guardiense, che ci ha subito portato a mangiare delle buonissime specialitá locali preparate dalla cucina dell’albergo che ci ha ospitate, “La Vecchia Quercia” di Cerreto Sannita, il tutto abbinanato ad alcuni degli ottimi vini della cooperativa. Qui per la prima volta ho assaggiato una minestra buonissima che mi son promessa di rifare al piú presto, di scarola e polpettine piccolissime fatte a mano, e della zucca grigliata condita con olio, aglio e prezzemolo che era una poesia. Qui intanto potete trovare la ricetta preparata proprio dalla mia collega nonché amica blogger Sonia ed il racconto della nostra esperienza anche dal suo punto di vista.

Zucca stufata grigliata

Il mattino seguente, di buon’ora, Concetta io e Sonia ci siamo dirette verso Guardia Sanframondi per visitare il meraviglioso castello medievale, fatto aprire apposta per noi (wow!), da dove si puó ammirare un panorama a dir poco mozzafiato delle meraviglie circostanti tra cui il monte Mutria, il monte Erbano e il monte Acero. La pace ed il silenzio che si respirano in questo luogo mi é rimasto davvero impresso. Alberi di ulivi e antiche mura a far da cornice, questo castello si dice fu costruito da Raone, primo cittadino di Cerreto Sannita.

la Guardiense vini Sannio la Guardiense vini Sannio la Guardiense vini Sannio

Dal castello, ci siamo poi dirette nel cuore dell’azienda “La Guardiense”, dove Concetta ci ha fatto una spiegazione appronfondita di quasi tutti i vini che l’azienda produce e dei quali vanno davvvero molto fieri. Alcuni di questi vini hanno infatti vinto molti premi prestigiosi tra cui un posto nella guida “i Vini di Veronelli 2016” e la medaglia d’oro ai “Berlin Wein Trophy”, gli oscar dei vini tedeschi.

la Guardiense vini Sannio

Finita la spiegazione, Concetta ci ha portate a visitare le cucine dell’azienda, dove ho incontrato alcune tra le cuoche piú brave che io abbia mai conosciuto. Queste gentilissime signore, ci hanno fatto vedere come si preparano alcuni tra i piatti piú identificativi di questo territorio: la tasca ripiena con salsiccia, pane e uova, il loro buonissimo pane cotto su foglia di verza, l’impanata, una delle minestre piú buone che io abbia mai mangiato, preparata con cardilli, borragine, rape, fagioli della regina e polenta cotta sul fuoco, e poi le loro straordinarie zucchine secche al sugo, che vengono tagliate rigorosamente a mano durante la stagione estiva e mettono poi a congelare per l’inverno, il mijefant, una specie di fregola fatta a mano con acqua e semola, poi servita con un meraviglioso sugo di zucchine. In ultimo, degli struffoli che ancora se ci penso mi viene l’acquolina in bocca! Non sono meravigliosi? Guardate come friggono dolcemente, pronti per essere mangiati!

la Guardiense vini Sannio

Vederle all’opera é stata una vera meraviglia, poiché la loro passione per le loro origini e per le loro tradizioni trasudava da ogni parola e da ogni sguardo, quindi un grazie speciale a: Silvana, Assundina, Teresa, Luisa, Milva, Elisa, Gilda, Valeria, Filomena, Belkis e Raffaella, persone stupende e generose che ricorderó sicuramente con tantissimo affetto e non mancheró di tornare a trovare non appena avró l’occasione. La visita purtroppo é terminata subito dopo il pranzo, poiché avevamo il bus che ci avrebbe riportate a Napoli, ma mi sono promessa di tornare a trovarle presto, per dedicare il giusto tempo e attenzione ad una delle realtá piú belle che abbiamo in Italia, seppure ancora non conosciute come meriterebbero. Un ringraziamento speciale a tutti quelli che ci hanno accolti a braccia aperte in questo tour meraviglioso, ma soprattutto a Concetta, ottima padrona di casa, e Milena, social media manager della cooperativa, persona squisita e disponibilissima.

la Guardiense vini Sannio

Qui sotto troverete i due video che ho fatto per l’occasione: il primo, quello dove le cuoche ci spiegano per filo e per segno quali bontà ci saremmo pappate da li a poco insieme a loro, il secondo invece é un video che racchiude l’esperienza bellissima che sono stati questi quattro giorni a Napoli e dintorni, dove troverete anche spezzoni del Sannio.

Read Full Article

La tenerina ai ceci e cioccolato è una torta golosissima, adatta anche ai celiaci perchè non contiene farina di nessun tipo. I ceci donano a questa ricetta una consistenza ed una morbidezza incredibile ed i vostri ospiti stenteranno a credere che sia fatta proprio con questo legume. Il sapore dei ceci sarà appena appena accennato, ma quasi totalmente coperto dal sapore del cioccolato. Ideale sia per celebrare un compleanno o perchè no, da gustare durante un pic nic tra amici.

Ingredienti per 8 persone:

450 g di ceci in scatola scolati dalla loro acqua

180 g di zucchero semolato

260 g di gocce di cioccolato

50 g di cacao amaro in polvere

4 uova

Istruzioni

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Prendete il mixer e riducete i ceci in crema, assieme alle 4 uova.

Aggiungete nel mixer lo zucchero semolato e fate andare per 15 secondi.

Mettete le gocce di cioccolato in un contenitore adatto e fatele scaldare in microonde per circa 1 minuto la prima volta. Poi spegnete e mischiate le gocce e fate andare per 20 secondi alla volta, sempre mescolando tra una cottura e l’altra, fino a quando non si saranno completamente sciolte.

Aggiungete il cioccolato sciolto nel mixer e fate andare per circa 10 secondi.

Aggiungete ora il cacao amaro in polvere e fate nuovamente andare il mixer per circa 10 secondi.

Prendete una teglia antiaderente o di silicone del diametro di 22 centimetri e versate il composto all’interno.

Infornate la teglia e fate cuocere per circa 35 minuti, facendo sempre la prova dello stuzzicadenti per capire se la torta è cotta. Lo stuzzicadenti dovrà uscire un pochino sporco di cioccolato e non completamente pulito.

Fatemi sapere cosa ne pensate e se vi é piaciuta, perché io l’ho adorata! 🙂

Buona torta a tutti <3

Read Full Article

Una ricetta velocissima per un grande classico inglese, che in tanti mi chiedevano da molto tempo: il lemon curd.

Questa crema è buonissima e puó essere gustata in mille modi diversi: spalmata sul pane, come base per un gelato goloso oppure come ripieno per le vostre torte. Io ho preferito preparare questa versione perchè è più veloce e pratica. 

Ecco gli ingredienti che vi servono, per ottenere circa 2 vasetti abbastanza grandi:

zucchero semolato superfine 250 g
3 uova intere
Succo di limone fresco 250 g
la scorza di 3 limoni
100g di burro fuso

Preparazione

In una ciotola adatta al microonde e abbastanza capiente, sbattete insieme lo zucchero semolato e le uova fino a quando non otterrete un composto liscio. Incorporate il succo di limone, la scorza di limone e il burro fuso. Mischiate bene il tutto e cuocete nel microonde per circa un minuto. Tirate fuori la ciotola, mischiate, e cuocete per un altro minuto. Continuate cosi, ma da ora in poi cuocete solo 30 secondi per volta, mischiando sempre tra una cottura e l’altra. Dopo circa 6 o 7 cotture, inizierete a vedere che la crema sará quasi pronta. Non cuocetela troppo altrimenti verrà troppo densa. Ricordatevi che una volta che sarà raffreddata, la crema di addenserà ancora di più.

Versate in due o tre vasetti di vetro o contenitori ermetici di plastica, fate raffreddare un pochino e poi conservate in frigo fino a 3 settimane.

Io ho deciso di arricchire il mio lemon curd con un pochino di cannella in polvere, e devo dire che non è niente male!

Questa ricetta puó essere preparata usando mandarini o arance, seguendo lo stesso identico procedimento. E per un finale ancora più gustoso, potete anche aggiungerci 100 ml di latte condensato.

Spero tanto che proverete questa ricetta perché è davvero facile e buonissima!

Fatemi sapere cosa ne pensate ?

Un abbraccio!

Read Full Article

:)

Ecco una ricettina sfiziosa per gustare i finocchi in un modo un po’ insolito. Questa tortina salata fará sicuramente un figurone sulla vostra tavola e credo potra essere anche un’ottima idea per riciclare/cucinare i finocchi avanzati che non si sanno mai come cucinare, se non gratinati

Vediamo quali ingredienti vi servono:

2 finocchi grandi o 4 piccolini

5 alici intere all’origano Calabraittica (clicca QUI per acquistarle)

3 uova

Una tazzina da caffè di latte intero

40 g di Parmigiano Reggiano

Pepe a piacimento

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

1 cucchiaio di semi di sesamo

1 grattata di noce moscata

Preparazione

Fate bollire i finocchi in acqua salata fino a quando non saranno tenere. Fate la prova con un coltello abbastanza lungo. Se riuscirete ad inserire il coltello senza fatica nel finocchio, potete scolarli. Lasciateli raffreddare per una ventina di minuti circa (ma non in frigorifero, lo rovinerebbero perchè troppo caldi).

Srotolare la sfoglia ed adagiatela con la sua carta forno in una piccola teglia rettangolare di 15×33 cm (ma se ne avete una rotonda andrà bene uguale.

Ora a parte, in una ciotolina, mischiate le uova, la noce moscata, il pepe, il latte ed il Parmigiano insieme, sbattendo per circa 1 minuto.

😉

Sotto l’acqua corrente, lavate le acciughe e deliscatele. Non vorrete trovarvene qualcuna tra i denti, vero?

Tagliate i finocchi a spicchietti, o a tocchetti, come preferite, ed adagiateli sopra la sfoglia, in modo ordinato. Una volta finito, con attenzione, versate sopra i finocchi il composto di uova e scuotete delicatamente la teglia per farlo andare bene dappertutto, in modo uniforme.

Adagiate le alici una per una sopra i finocchi ed in ultimo spolverate il tutto con i semini di sesamo ed una spolverata di pepe nero macinato fresco.

:)

Infornate per 20 minuti circa e…voilà! La sfoglia sarà pronta per essere gustata, magari accompagnata da una fresca insalata mista

Buon appetito a tutti.

Read Full Article