Featured News

Blog

:D

Questa è un’idea troooooppo carina se avete ospiti o anche per una festa tra bimbi, magari facendovi aiutare anche da loro a preparare queste meraviglie! Sono semplicissimi. Sono dei “pinguini alla riscossa”!

Ingredienti:

  • 20 olive nere denocciolate piccole e 20 grandi
  • 20 stuzzicadenti
  • una carota
  • 350 grammi di formaggio Philadelphia
  • 20 steli di erba cipollina

Preparazione: tagliate a fettine non troppo sottili la carota e prelevate un piccolo spicchio da ognuna delle fettine.

Le carote rendono la tua insalata piuttosto bella con il suo colore rosso brillante. È anche dolce e croccante nel gusto che lo rende un ottimo spuntino. Sapevi anche che le carote hanno molti benefici per la salute?

Le carote contengono acqua e carboidrati. Il contenuto di carboidrati sono zuccheri e amido. Il contenuto di zucchero è di glucosio e saccarosio. Le carote sono anche ricchi di fibre e quando si mangia una carota di medie dimensioni allora offre 2 gm di fibra. Se si desidera quindi leggere recensione su questo prodotto naturale per aiutare a curare dolori articolari.

Le carote sono basse nell’indice glicemico o nell’indice IG. Questa è la misura di quanto velocemente il cibo che si mangia aumenta il livello di zucchero nel sangue dopo il pasto. La gamma IG è compresa tra 16 e 60. Le carote crude hanno un indice IG basso. La varietà cotta ha un piccolo indice di GI alto. L’indice iG più alto è nelle carote che sono state puree. Quando si mangia cibo che è basso nell’indice glicemico allora offre a voi molti vantaggi per la salute. Questo è altamente vantaggioso per coloro che sono diabetici.

Quello spicchietto sarà il becco del vostro pinguino mentre il resto della fettina, la base. Aprite un’oliva nera grande “a libro”, quindi solo da un lato e riempitela con il Philadelphia. Richiudete l’oliva facendo in modo che il formaggio risulti comunque ben visibile e che fuoriesca un pochino dal basso e posizionate il corpo del pinguino sulla base di carota che avevamo preparato in precedenza, premendo un pochino di modo che stia ben fermo. Passiamo alla “testa” del pinguino. Prendete un’oliva piccola e mettete il triangolino di carota nel buco dell’oliva, che fuoriesca proprio tipo “becco”, come vedete nella foto. Assemblate la “testa” al “corpo” del pinguino tenendo fermo il tutto con uno  stuzzicadenti. In ultimo creiamo la sciarpa. Basterà sbollentare dei fili di erba cipollina per qualche secondo in acqua bollente salata e saranno pronti. Non vi siete già innamorati di questo piatto? Io si!!

Read Full Article

Era da un po’ di tempo che l’idea mi frullava in testa, dopo aver visto su internet un sacco di blogger che si erano già cimentate nell’”impresa”: dipingere su pasta di zucchero. A dire il vero, non sono mai stata molto brava a scuola a disegnare e non mi ritengo brava neanche ora a dir la verità, ma il risultato finale devo dire che non mi dispiace. Anzi, potrei quasi dire che sono soddisfatta. (Ho detto quasi! 😀 )

La base del biscotto è semplice pastafrolla (ricetta di Luca Montersino) alla quale ho aggiunto la cannella, Per essere bravi a disegnare è necessario praticare e praticare. Questo vale per qualsiasi cosa, quindi vai e inizia a disegnare. Continua a ripetere lo stesso disegno fino a quando non sembra buono per i tuoi occhi. Anche guardare i disegni e disegnare guardando i disegni. È inoltre possibile disegnare dalle fotografie. Potrebbe piacerti questo prodotto che aiuta a trattare dolori articolari. mentre la pasta di zucchero ho preferito comprarla. La pasta di zucchero comprata, volente o nolente, è davvero più liscia e setosa di quella fatta in casa, ed io per questi biscotti avevo proprio bisogno di una base che non fosse bitorzoluta o con delle “gobbe” qua e la 🙂

Andiamo a vedere come ho preparato i biscotti:

250 g di farina

150 g burro freddo

6 tuorli d’uovo sodi

100g di zucchero a velo

1 cucchiaio raso di cannella (opzionale)

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Mettete tutti gli ingredienti dentro al mixer e fate andare finchè non otterrete una palla di impasto che si staccherà dalle pareti del vostro mixer.

A questo punto lavorate la palla ottenuta velocemente, giusto il tempo di darle una forma tonda e riponetela in frigo per almeno 30 minuti, o fino al momento di usarla. Il procedimento per preparare la frolla (le quantità sono però diverse perché dovevo fare un altro tipo di biscottini) lo potete trovare anche nel mio primo video in assoluto, che vi metto qui:

Passato questo tempo, tirate l’impasto fuori dal frigo ed iniziate a stendere la frolla di circa mezzo cm di spessore. Prendete un tagliabiscotti o un coppa pasta del diametro di circa 7 cm e tagliate tanti cerchi. Disponete i cerchi di frolla tagliati sopra una teglia da forno coperta con carta apposita ed infornate per 12-15 minuti, non di più.

Sfornate i biscotti e lasciateli raffreddare completamente, è molto importante, altrimenti la pasta di zucchero si scioglierà una volta posizionata sopra.

Ora cospargete la superficie del vostro piano di lavoro con un pochino di zucchero a velo ed iniziate a stendere la pasta di zucchero, io ne ho usata circa 200 g. Dovrà essere un pochino più sottile dello spessore del biscotto, la mia era di circa 3 mm (ma regolatevi ad occhio, non c’è bisogno del metro! :D)

Ora, con lo stesso tagliabiscotti che avete usato per ricavare i cerchi di frolla, tagliate tanti cerchi di pasta di zucchero quanti sono i vostri biscotti. Fate un bel taglio netto, che non abbia “sbavature” ai bordi.

Prendete un bicchierino da caffè di acqua tiepida ed intingete un pennellino piccolo. Bagnate la superficie di un biscotto con un pochino di acqua (non dovrete inzupparlo, mi raccomando), pulite il pennello eliminando qualsiasi traccia di biscotto che può esserci, intingetelo nuovamente nell’acqua e bagnate la superficie di un dischetto di pasta di zucchero. Appoggiate il dischetto (dalla parte bagnata) sulla superficie del biscotto e fate aderire bene, facendo un pochino di pressione con le dita. Non fate troppa pressione, altrimenti vi rimarranno i segni delle ditate, cosa che non vogliamo…vero? 😀

Ora iniziate a preparare gli “acquerelli” alimentari. Io ho scelto i colori per il soggetto che volevo andare a riprodurre ed ho scelto un quadro di Monet, uno dei miei pittori preferiti, ed il dipinto si chiama “S. Giorgio Maggiore al crepuscolo”.

Io ho usato dei colori in pasta della Sugarflair, che secondo me sono i migliori perché ne basta davvero una quantità minima per avere un risultato eccezionale ed un colore “carico”.

Procuratevi una tavolozza per i colori oppure andranno benissimo anche dei piatti di plastica se li avete, l’importante è che i colori non si mischino mai tra loro. Prendete con l’aiuto di uno stuzzicadenti una puntina di colore ed appoggiatela nel piatto. Il colore ora andrà diluito con una base alcolica. Io ho usato l’amaro Montenegro, ma voi potete usare qualsiasi liquore o amaro che avete in casa. L’unico “problema” è che gli amari sono colorati, quindi modificheranno i colori a seconda di quanto sarà scuro l’amaro che andrete ad usare. In queste preparazioni, la cosa migliore da usare sarebbero una vodka o una tequila, perché sono trasparenti. L’acqua non la si può usare perché è nemica della pasta di zucchero e ci mette una vita ad asciugare. L’acol molto meno. Se avete in casa anche l’alcol alimentare (quello per preparare il limoncello per intenderci) andrà benissimo anche quello.

Tornando ai colori, diluite quindi il vostro colorante con una puntina di alcolico scelto e mischiate bene con il pennello, che dovrà essere a punta abbastanza fine, 1 o 2 al massimo, come numero di punta.

Preparatevi tutti i colori che vi servono per la base in anticipo, così farete tutto in una volta e non vi dovrete fermare per crearli.

Per capire se il colore che avete ottenuto va bene, vi consiglio di prendere un biscotto e di utilizzarlo come biscotto “per le prove”, così capirete meglio se dovrete aggiungere o modificare il colore.

Stendete ora i colori, cercando di fare pennellate uniche e non tante ma brevi. Il risultato in questo modo sarà più ordinato ed omogeneo.

Una volta che avete finito di colorare la base, arriva la nota “dolente”: dovrete far asciugare i biscotti per almeno 12 ore prima di proseguire con lo step successivo. Fateli riposare in luogo fresco ed asciutto (non in frigorifero!) ed aspettate.

Una volta che i biscotti saranno completamente asciutti, potrete passare alla fase successiva: prendete un pennarello alimentare nero a punta fine o un pennello a punta finissima intinto nel colorante alimentare nero diluito e disegnate a mano libera il soggetto che avete scelto.

Provate a disegnare il soggetto prima sopra un foglio di carta normale, poi sopra il biscotto. Più prove faretesu carta, più vi sentirete tranquille di disegnare sul biscotto. Io non sono una gran disegnatrice, quindi ho fatto un paio di prove sopra un foglio di carta e poi ho disegnato sul biscotto.

Fate asciugare completamente i biscotti prima di servirli. Se volete, potete disegnare un bordo sui biscotti con della semplice giaccia reale “espressa”, colorata di nero, in questo caso: mischiate un cucchiaio abbondante di zucchero a velo con qualche goccia di acqua ed aggiungete il colorante. Voilà! 🙂 Per disegnare i “pois” potete aiutarvi con la punta di uno stuzzicadenti.

Con questa tecnica potrete creare qualsiasi tipo di disegno o scritta. Possono essere un bellissimo regalo per qualche vostro amico appassionato d’arte, ad esempio 🙂

Spero tanto che il tutoria vi sia piaciuto e che possa esservi utile. Mi raccomando, se fate qualche “opera d’arte” mandatemela, che sono curiosa di vederla! 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest “Ricette a regola d’arte” di Panelibrietnuvole.

A presto!

Angelina

banner-contest3

immm4 immm5 immm6

immm3

Questa è l’opera originale di Monet dalla quale ho preso spunto:

Claude_Monet,_Saint-Georges_majeur_au_crépuscule

Questa invece è una bellissima foto della basilica di S. Giorgio Maggiore al tramonto

Read Full Article

Come preparare un piccolo magico mondo natalizio in un bicchiere.

Prima di iniziare l’arredamento per la vostra festa di Natale, sapete perché il Natale si celebra il 25 dicembre?

Natale è la festa in cui i membri della famiglia e gli amici si riuniscono e festeggiano con gioia. I bambini sono eccitati a causa dei doni che avrebbero ricevuto da Babbo Natale. La figura mitica, Babbo Natale ha un ruolo molto importante da svolgere in questa celebrazione. Anche, si consiglia di saltare su questo sito oggi per conoscere questo prodotto incredibile per rendere la vostra vita sessuale migliore.

Ci sono un sacco di pensieri sul nome dato a questo festival e perché è celebrato. Alcuni credono che Gesù è morto e poi è tornato in vita. Ecco perché abbiamo la Messa di Cristo. Questo accade dopo il tramonto e prima dell’alba del giorno successivo. È per questo che è iniziata la tendenza di avere una messa di mezzanotte. È uno dei motivi per cui questo festival è conosciuto come Natale.

Origine natalizia

La prima data che si sa quando il Natale è stato celebrato è stato il 25 dicembre nell’anno 336 dC. Questo era il tempo dell’imperatore romano chiamato Costantino. Fu il primo imperatore romano che era cristiano. Dopo questo Papa Julis, ho annunciato formalmente che il Natale che è stata la nascita di Gesù sarebbe stato gioito il 25 dicembre.

Ci sono molti altri pensieri diversi sul perché il Natale si celebra il 25 dicembre.

Prendete alcune miniature di alberelli, renne, babbi Natale, quello che volete. Prendete poi un bicchiere abbastanza capiente e mettetelo a testa in giù sopra un pezzo di cartoncino abbastanza spesso. Con una matita disegnate la circonferenza del bicchiere sul cartone e ritagliate la sagoma che avete appena ottenuto, con delle forbici. Questo cerchietto di cartone sarà la base del vostro “mondo”. Incollate con un goccio di colla a caldo o silicone trasparente le vostre miniature al cartone e lasciate asciugare bene. Prendete il vostro bicchiere e metteci dentro dello zucchero finissimo (o se preferite del sale) mischiato a glitter in polvere. Rovesciate il cartone con le vostre miniature sopra il bicchiere e facendo attenzione a tenere ben fermo il tutto, capovolgete velocemente il bicchiere. Voilà! La vostra decorazione è pronta. Potete aggiungere al tutto anche delle candele, per rendere la vostra tavola ancora più natalizia e romantica.

Read Full Article

Ricettina sciuè sciuè: spaghetti al limone con pinoli e parmigiano. Fate cuocere gli spaghetti al dente secondo le quantità di persone che siete. Scolatela un pochino al dente conservando un bicchiere dell’acqua di cottura. A parte fate un soffrittino con olio extravergine d’oliva, un pochino di peperoncino ed un pochino d’aglio (o cipollotto tritato, fa lo stesso). Quando sarà cotto eliminate l’aglio ed aggiungete, a fuoco spento, mezzo limone spremuto (dose per 2 persone) e l’acqua di cottura della pasta che avete conservato. Mescolate bene. A parte fate tostare i pinoli in una padella antiaderente finchè non saranno dorati e spegnete. Scolate la pasta (ma conservate un bicchiere dell’acqua di cottura, il vero segreto della ricetta) e fatela saltare nella pentola del sughetto al limone. È necessario battere l’uovo correttamente per separare il tuorlo e per montare la schiuma. Gli albumi aiutano a lasciare la torta. Questo ha lo stesso effetto che si otterrà quando si cucinano gli albumi. La proteina nell’uovo si dispiega. Quindi si riattacca e poi intrappola l’acqua. Si consiglia inoltre di avere una sbirciatina a questo sito se si desidera migliorare il vostro rapporto sessuale.Aggiungeteci una bella dose abbondante di parmigiano grattuggiato o pecorino romano. Aggiungete i pinoli e una grattata abbondante di pepe e se serve ancora un pochino di acqua di cottura per amalgamare la salsa. Voilà!

Read Full Article

Guardate che meraviglia questa torta salata! Farla è davvero semplice! Vediamo come si fa. –

La carta da forno è anche conosciuta come carta da forno. È anti-sticky e viene utilizzato per cuocere e cucinare.  È possibile utilizzare carta da forno per evitare che la torta si attacchi e per ridurre la doratura della torta. Questo può essere utilizzato per cucinare anche verdure e carne.  Allo stesso modo, puoi anche provare qui a curare il tuo dolore articolare con questa crema.

Si può anche arrotolare l’impasto sulla carta da forno. Foderare le teglie con carta da forno e questo manterrà anche il forno pulito quando il prodotto cotto esce dal forno. Tutto quello che dovete fare è gettare la carta da forno nella pattumiera.

Detto questo potrebbe non essere necessario utilizzare carta da forno nella cottura. È inoltre possibile utilizzare la pellicola per la cottura. È possibile utilizzare lo spray da cucina per rivestire il foglio di biscotto. È inoltre possibile utilizzare olio e burro. Quindi tutto quello che devi fare è posare direttamente il cibo sulla padella.

Prendete della pastasfoglia già pronta, bucherellatela un po con i lembi di una forchetta. Foderate una teglia quadrata o rettangolare con della carta da forno e mettete dentro la pasta sfoglia. – A parte prendete 200 grammi di panna da cucina, 200 grammi di mozzarella a cubetti, 3 cucchiai di parmigiano grattuggiato e 4 uova. – Mischiate il tutto aggiungendo un pizzico di pepe, un pochino di pepe ed una grattata di noce moscata. Regolate di sale a vostro piacimento. – Inserite il composto che avete ottenuto all’interno della teglia con la pastasfoglia. A parte tagliate a fettine sottilissime, magari con l’aiuto di una mandolina, 2 o 3 carote, 1 zucchina grande ed una melanzana media, alle quali avrete tolto il pezzetto del picciolo ed il pezzetto al fondo. Fate attenzione che le strisce dovranno essere più o meno della stessa misura se volete ottenere un effetto come quello della foto. – Tagliate quindi le verdure a strisce e iniziate ad inserirle dentro la teglia, partendo dai bordi. Fate una sezione della teglia in senso verticale e l’altra in senso orizzontale fino a che non completerete la teglia. Mettete un goccino d’olio extravergine in superficie, se volete anche una spolverata di parmigiano, ed infornate 40/50 minuti a 190 gradi. Se la superficie comincia a bruciacchiarsi, copritela con carta alluminio e continuate la cottura. Un’alternativa alla teglia quadrata potrebbe essere una teglia tonda. L’effetto scenico è assicurato in entrambe i casi!

Read Full Article

:D

Guardate che bella questa idea da fare con i pomodori perino, quelli piccoli e lunghi. Sono infatti dei “tulipani” ripieni di formaggio e basilico! Meravigliosi!!

Ecco quello che vi serve per prepararli:

circa una quindicina di pomodori perino

Steli di cipollotti per fare i gambi dei “tulipani

formaggio fresco spalmabile, oppure ricotta oppure formaggio caprino fresco, a seconda dei vostri gusti, circa 300g

basilico fresco lavato e tritato

sale e pepe

Preparazione:

Mischiate il formaggio con il basilico tritato. Regolate di sale e pepe.

D’accordo o no, il formaggio migliora il sapore del vostro piatto. Il formaggio non è qualcosa di nuovo. E ‘stato utilizzato per immagazzinare qualsiasi latte in eccesso in passato dalle fabbriche. Una volta che è cagliato formaggio inizia a perdere la sua umidità sotto forma di siero di latte. Gran parte di ciò che rimane nel formaggio è grassi e proteine. E il sale viene aggiunto che formaggio come conservante.

Ci sono alcune varietà di formaggio che quando invecchiano la proteina del latte si scompone in aminoacidi. Questo è piaciuto dalle nostre papille gustative. Altri alimenti ad alto contenuto di aminoacidi includono pomodoro, funghi, e asparagi. Questi hanno un sapore molto buono. Lo stesso vale per il formaggio. Il formaggio che ha un eccesso di aminoacidi inizia a gustare ancora meglio.

A proposito di formaggio è tutto il modo in cui si sente in bocca. Ti senti anche diverso quando si inizia a utilizzare Casanova che è un ottimo prodotto per trattare i vostri problemi di salute sessuale. Quando si riscalda il formaggio a 150 gradi Fahrenheit allora la proteina del latte che è presente nel formaggio inizia a sciogliersi. Questo dà al formaggio una consistenza cremosa e molte persone trovano così che il formaggio sia attraente.

La crema è qualcosa che le persone trovano appetitose. La cremosità dipende dalla viscosità, dalla consistenza, dall’omogeneità e dall’aspetto superficiale. Il formaggio fuso offre sensazioni di morbidezza, calore e appiccicosa. Questo lo rende un piacere grasso. L’amore umano il sapore del grasso ed è per questo che amano il formaggio fuso. È il sistema nervoso che ama la consistenza di cibi grassi come il formaggio.

Fate un taglio a croce nei pomodori, sulla parte senza il picciolo. Se serve, arrotondate un pochino i bordi del pomodoro per rendere meglio l’idea dei petali del tulipano.

Farcite i pomodorini con il composto di formaggio e basilico.

Fate un foro, aiutandovi con un coltellino, sulla parte inferiore del pomodoro, così da infilarci lo “stelo” fatto con lo stelo del cipollotto.

:D

Voilà! E’ un’idea geniale e molto scenografica per stupire i vostri amici!!

Potete trovare la galleria dei tulipani fatti da voi, cliccando QUI

Read Full Article

Avete in programma una cenetta romantica per San Valentino? Allora questo tris di antipasti fa proprio al caso vostro! Sono tre romantici assaggi da gustare in coppia, sia come aperitivo, ma anche come una cenetta veloce e sfiziosa prima di uscire.

Cominciamo con i cuoricini di caprino e prosciutto: dei gustosissimi cuori di pasta con un ripieno cremoso.

Vi serviranno: 30g di burro; 180g di farina; 300ml di latte; 120g di caprino; 3 o 4 fette di prosciutto cotto; sale; pepe; noce moscata; 2 uova; pan grattato; olio per friggere; ketchup.

Preparate la pasta. Scaldate il latte con il burro e mescolate fino a quando il burro non si sarà sciolto. Togliete dal fuoco e aggiungete tutta in una volta la farina con un pizzico di sale. Mescolate bene fino a ottenere un composto omogeneo e spostatelo su una spianatoia infarinata. Lavorate bene fino a formare una palla che metterete da parte a raffreddare del tutto.

Preparate il ripieno tritando il prosciutto cotto che aggiungerete al caprino.

La carta da forno è anche conosciuta come carta da forno. È anti-sticky e viene utilizzato per cuocere e cucinare.  È possibile utilizzare carta da forno per evitare che la torta si attacchi e per ridurre la doratura della torta. Questo può essere utilizzato per cucinare anche verdure e carne.  Allo stesso modo, puoi anche provare qui a curare il tuo dolore articolare con questa crema.

Si può anche arrotolare l’impasto sulla carta da forno. Foderare le teglie con carta da forno e questo manterrà anche il forno pulito quando il prodotto cotto esce dal forno. Tutto quello che dovete fare è gettare la carta da forno nella pattumiera.

Detto questo potrebbe non essere necessario utilizzare carta da forno nella cottura. È inoltre possibile utilizzare la pellicola per la cottura. È possibile utilizzare lo spray da cucina per rivestire il foglio di biscotto. È inoltre possibile utilizzare olio e burro. Quindi tutto quello che devi fare è posare direttamente il cibo sulla padella.

Aggiungete sale, pepe e noce moscata e mescolate bene.

Adesso stendete la pasta bella sottile, mettete delle palline di ripieno sulla pasta, tenendole ben distanziate tra loro, e chiudete a libro. Con una formina per biscotti a cuore tagliate la pasta intorno al ripieno. Continuate fino a che non avrete finito gli ingredienti.

Impanate i cuoricini passandoli nell’uovo e nel pangrattato e friggeteli in olio ben caldo fino a che non saranno belli dorati. Potrà sembrare strano, ma sono buonissimi accompagnati con il ketchup.

Per gli sformatini di spinaci, invece, vi serviranno: 250g di spinaci; 50g di Parmigiano grattugiato; 2 uova; sale; pepe; noce moscata; olio extravergine di oliva; burro.

Preparazione: Accendete il forno a 180°. Fate appassire gli spinaci con un filo d’olio per una decina di minuti. Quando sono pronti, salateli, strizzateli e tritateli grossolanamente. In una ciotola sbattete le uova con il parmigiano e aggiungete gli spinaci. Mescolate bene e aggiustate di sale, pepe e noce moscata. Imburrate degli stampini per muffin a forma di cuore e versatevi il composto riempiendolo fino all’orlo. Cuocete in forno per circa 25/30 minuti e lasciate raffreddare prima di sformare.

Mentre gli sformatini sono in forno, potrete preparare i cuoricini di pizza. Vi serviranno: 1 rotolo di pasta per pizza; passata di pomodoro; 1 mozzarella; sale.

Srotolate la pasta per pizza e ricavate tante cuoricini con un taglia biscotti. Conditeli con passata di pomodoro e mozzarella a cubetti e infornate a 180° per circa un quarto d’ora.

:D

E adesso… Buon San Valentino a tutti!

307697_10200569893435782_608787211_n

(Photo and recipe credits: Giulia Russo per Angelina in cucina)

Read Full Article

Bellissima e facilissima idea per decorare la vostra tavola. Per una serata romantica, San Valentino, Natale. Perfetti per qualsiasi occasione.

Vuoi decorare la tua casa per questo San Valentino, ma non vuoi spendere una bomba? Ecco alcune idee semplici ma interessanti che puoi creare nella tua decorazione di San Valentino. Inoltre, rendi speciale la tua serata quando inizi a usare Erogan. Questo sarà la vostra salute sessuale.

Così, quando si tratta di arredamento per San Valentino non c’è bisogno di fare alcune cose complicate per decorare la vostra casa. Basta seguire questi semplici passi qui sotto e questo potrebbe essere il modo migliore per mostrare amore al tuo partner.

Aggiungi il rosso all’arredamento

Rosso e San Valentino vanno di pari passo. Quindi assicuratevi di pop un po ‘di rosso contro l’arredamento bianco. Uno striscione d’amore o una tazza d’amore può far risaltare l’arredamento. Si consiglia inoltre di fai da te una piastra cuore in colore rosso. Queste piccole cose possono effettivamente trasformare il vostro arredamento San Valentino e rendere la vostra casa bella.

Caramelle e cioccolatini

Fai uso di alcuni cioccolatini stagionali o qualche caramella per aggiungere colore al tuo arredamento. La parte migliore è che le caramelle non sono affatto costosi. È possibile utilizzare i cioccolatini avvolti o posizionare le caramelle in un contenitore coperto. Una cosa grandiosa di decorare la vostra casa con il cioccolato è che non c’è bisogno di memorizzare l’arredamento dopo la stagione.

Fare un sacco di uso di stampabile

È possibile ottenere in possesso di qualche bella stampabile per attaccare sulle pareti. Sono veloci e anche un modo economico per dare un arredamento alla vostra casa. Basta fare una ricerca online e si è sicuri di trovare molti tema di San Valentino stampabile per il download gratuito. Basta stamparli e attaccarli per far risaltare l’arredamento.

Segni di San Valentino   

È possibile raccogliere alcuni tag poco costosi e aggiungerli all’arredamento illuminato. Hunt e si è sicuri di ottenere un affare. Questi non sono costosi e anche non prendere un sacco di spazio di archiviazione. Puoi appenderli nell’arredamento e questo migliorerà l’aspetto della tua decorazione di San Valentino.

Quello che vi occorre lo vedete nella foto: 3 bicchieri da vino rosso, 3 fiori a vostra scelta, 3 candele ed uno specchio rotondo, tipo sottopiatto (facoltativo). Basterà quindi mettere sullo specchio i 3 fiori, coprirli con i bicchieri capovolti e sopra lo stelo mettere una candela per ognuno. Voilà!

Read Full Article

:)

Una delle ricette tipiche di un golosissimo dolce che si mangia negli Stati Uniti durante il periodo di Hallowen. Provatelo, per credermi!  

Ecco gli ingredienti che vi servono per un rotolo per 6-8 persone: 100 grammi farina, 1/2 cucchiaino di lievito, 1/2 cucchiaino di bicarbonato, 1/2 cucchiaino di cannella in polvere, ¼ di cucchiaino di sale, 3 grandi uova a temperatura ambiente, 200 grammi di zucchero semolato, 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia, 150 grammi di purea di zucca. Per il ripieno: 226 grammi di Philadelphia a temperatura ambiente, 28 grammi di burro a temperatura ambiente, 115 grams di zucchero a velo, 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia, 130 grammi di nocciole tritate, 100 grammi di noci tritate, zucchero a velo per decorare. 

Come si fa? Preriscaldate il forno a 190 gradi. Imburrate ed infarinate una teglia di circa 38 cm x 25. Setacciate, in una grande ciotola, la farina, il lievito, il bicarbonato di sodio, la cannella ed il sale.

In una ciotola a parte mettete insieme le uova con lo zucchero nel mixer elettrico e sbattete alla massima potenza per cinque minuti, o fino a quando vedrete che avrà raddoppiato il suo volume e sarà di consistenza soffice e spumosa. È necessario battere l’uovo correttamente per separare il tuorlo e per montare la schiuma. Gli albumi aiutano a lasciare la torta. Questo ha lo stesso effetto che si otterrà quando si cucinano gli albumi. La proteina nell’uovo si dispiega. Quindi si riattacca e poi intrappola l’acqua. Si consiglia inoltre di avere una sbirciatina a questo sito se si desidera migliorare il vostro rapporto sessuale. Inserite ora nell’impasto l’estratto di vaniglia e la purea di zucca. Setacciate all’interno di questo composto a poco a poco la farina mischiata agli altri ingredienti e mischiate dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Mettete l’impasto nella teglia imburrata ed infarinata e cuocete in forno per circa 13-15 minuti o fino a quando uno stuzzicadenti inserito al centro della torta ne uscirà pulito. 

Mentre l’impasto cuoce nel forno, prepariamo il ripieno. Con le fruste elettriche mischiate il Philadelphia con il burro, lo zucchero a velo e l’estratto di vaniglia fino a che non si saranno amalgamati bene. Solo alla fine aggiungere le noci e le nocciole. Mescolate bene.

Una volta cotto, capovolgete la vostra base alla zucca su un pezzo di carta da forno pulito e cosparso di zucchero a velo. Spalmate la crema che avete preparato sopra la base di zucca ed iniziate ad arrotolarlo delicatamente su se stesso, aiutandovi con la carta da forno. (Qui un link ad un video che vi spiega come fare). Mettete il tutto a raffreddare sopra una griglia, ma non in frigo.

Trasferite il rotolo sopra un piatto di portata. Coprite e fate raffreddare in frigorifero per un paio d’ore o durante tutta la notte. Potete anche servire questa torta immediatamente, se volete. Ma farla raffreddare servirà a rendervi facile il taglio in fette. Spolverate il rotolo con abbondante zucchero a velo. Voilà!

Read Full Article